Dimenticate la classica immagine del lettino da psicologo perché adesso per intraprendere un percorso terapeutico basta stare connessi. 

Con l’avvento di Internet, adesso, potrete fare quattro chiacchiere con lo psicologo rimanendo comodamente seduti nella poltrona di casa vostra davanti il vostro pc. 

Questo modello, ancora nuovo in Italia, è già largamente diffuso negli Stati Uniti e in alcuni paesi europei. 

Da un paio d'anni è nata una piattaforma che si chiama «Better help» che offre un servizio di psicologia ad abbonamento che registra milioni di utenti. 

Lo stesso concetto è stato replicato in Italia per merito di Concetta Grande, psicologa di 30 anni, originaria di Siracusa (che da anni lavora a Torino), che ha creato la startup “Psicologia libera”.

 «Vogliamo che la consulenza professionale sia accessibile a chiunque stia lottando con le sfide della vita e possa ottenere aiuto sempre e ovunque», ha raccontato la giovane psicologa. 

Sul sito si può trovare uno psicologo h24 a disposizione degli utenti. Inoltre, ci sono 370 specialisti sparsi su tutto il territorio.