Un uomo di 31 anni di Catania è stato arrestato e posto ai domiciliari con le accuse di resistenza di pubblico ufficiale, violenza e interruzione di pubblico servizio. Il personale medico del Pronto soccorso dell'ospedale Vittorio Emanuele ha allertato gli agenti: l'uomo, per un diverbio sulle modalità di assistenza (era rimasto vittima di un incidente stradale) è andato in escandescenze contro gli infermieri e i medici.

Dalle parole è presto passato ai fatti: ha scagliato violentemente contro il personale una barella e ha distrutto alcuni monitor salvavita, per un danno stimato che si aggira sui 10mila euro. 

Medici e guardie di vigilanza hanno dovuto faticare per calmarlo, quindi è stata chiamata la polizia. Il 31enne avrebbe posto resistenza anche agli agenti, due dei quali sarebbero rimasti contusi. Alla fine è stato portato in Questura, dove sono scattati gli arresti domiciliari.