I carabinieri di Agrigento sono intervenuti in un'abitazione del centro storico cittadino, trovandosi di fronte una scena a dir poco sconvolgente.

Una donna di 26 anni e un uomo di 29, entrambi rumeni, sono stati sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina davanti al figlioletto della donna, di appena 3 anni. I militari, entrati nella cucina dell'appartamento, hanno constatato che i due suddividevano le "strisce" di coca utilizzando una tessera sanitaria e, nel frattempo, il bimbo di 3 anni giocava sul tavolo, proprio di fronte alla madre.

Durante la perquisizione i carabinieri hanno rinvenuto in totale circa 14 grammi di cocaina, già suddivisa in oltre 20 dosi, oltre a due bilancini, sostanza da taglio e materiale per il confezionamento. La vendita della droga avrebbe fruttato alcune centinaia di euro di guadagno. Nei confronti della coppia sono stati disposti gli arresti domiciliari.