Un orrore senza fine quello consumatosi presso una comunità alloggio per giovani ragazzi con disturbi del comportamento in quel di Agrigento. La polizia ha fermato ed arrestato un operatore del centro, con l'accusa di violenza sessuale su minori.

La Procura ha ordinato il fermo e, una volta convalidato l'arresto, il Gip ha ordinato il carcere. È inoltre emerso che l'uomo non agiva sempre da solo, bensì con altri due minorenni, anche loro indagati. Tutte e tre facevano sesso di gruppo con una ragazza, all'epoca minorenne, con deficit mentale.

Come se non bastasse, violenza sessuale su minori a parte, l'indagato faceva fumare hashish ad alcuni ospiti della comunità, che da rifugio per ragazzi in difficoltà si è trasformato spesso in un vero e proprio teatro degli orrori.