Due navi da crociera in contemporanea al Porto di Trapani. Per la prima volta, i crocieristi sono stati accolti in un terminal riqualificato e funzionale, inaugurato lo scorso dicembre. Continua la crescita turistica per la città capoluogo della Sicilia occidentale.

Due navi da crociera al Porto di Trapani

La città di Trapani, con la sua posizione strategica, è sicuramente una delle mete siciliane dal potenziale più elevato. Ieri il Porto ha accolto due navi da crociera in contemporanea. Era accaduto anche il 27 settembre del 2021. In particolare, la prima ad arrivare, alle 8, è stata la motonave Seven Seas Voyager (Regent).

L’imbarcazione offre 206 metri di lusso e comfort, proveniente da Napoli, che ha ormeggiato alla banchina Garibaldi. A bordo 520 passeggeri più 447 membri dell’equipaggio. È ripartita nel pomeriggio, alle 18, con destinazione Cagliari. Alle 11 è stata la volta della M/N Le Bougainville (Le Ponant).

Lunga 131 metri, è arrivata da La Valletta, anch’essa con destinazione Cagliari. I suoi 81 crocieristi (più 116 membri dell’equipaggio) sono sbarcati alla banchina sporgente Ronciglio Est, ripartendo alle 18.

Al Porto di Trapani l’ultima nave da crociera era approdata il 21 ottobre 2021. Il presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sicilia Occidentale, Pasqualino Monti, ha commentato: «Per la prima volta i crocieristi sono stati accolti in un terminal riqualificato e funzionale come quello che abbiamo inaugurato lo scorso dicembre».

E aggiunge: «Si tratta di navi non molto grandi ma di nicchia, dedicate a viaggiatori appartenenti a un target elevato, amanti del lusso e delle esperienze sul territorio. Il lavoro fatto nel porto di Trapani – dove abbiamo sbloccato e completato lavori che erano al palo da anni e che hanno consentito allo scalo marittimo, ma anche alla città, di ridisegnare l’affaccio a mare – comincia a dare i suoi frutti, nonostante il mercato delle crociere debba ancora del tutto riprendersi dai danni provocati dall’emergenza sanitaria negli ultimi due anni».

Quindi conclude: «Da parte nostra, continuiamo nella nostra opera di riqualificazione con interventi importanti come i dragaggi, l’adeguamento delle banchine settentrionali e l’efficientamento energetico».

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati