Oggi vi propongo una ricetta adatta all'estate che avanza, adatta a pranzi e cene in terrazza o in giardino, adatta a chi ha poco tempo e vuole preparare "in anticipo".
 
                  ALICI E MELANZANE A SCAPECE. 
 
La "scapece" è un termine che indica  una preparazione , prevalentemente di verdure e pesce ,utile per la conservazione di cibi, generalmente fritti in precedenza e marinati in una , in una soluzione di  erbe aromatiche e spezie varie , aceto e aglio.
Questa pratica gastronomica, la "sikbag"  trae origine dalla 
 

cultura gastronomica degli Arabi che hanno colonizzato e quindi influenzato le tradizioni dei popoli del bacino del Mediterraneo  e nasce dall'esigenza di conservare i cibi, il piu' a lungo possibile, prima che inventassero i frigoriferi.

Questa preparazione, in particolare, narrano le cronache del tempo e le informazioni le trovate in questo sito  Ricette medievali, fosse particolarmente gradita a Federico II di Svevia che, oltre a governare la Sicilia,  fu un apprezzabile letterato, convinto protettore di artisti e studiosi: la sua corte fu luogo di incontro fra le culture greca, latina, araba ed ebraica.
Ho voluto provare questa pietanza anche se, per me, l'indubbia bontà e validità delle preparazioni "a scapece" è indiscussa. 
Noi siciliani amiamo molto l'aceto, l'agro dolce, la cipollata , il pesce fritto. 
Quì c'è tutto e, per esaltarne il gusto ho abbinato la Mostarda dolce di cipolle rosse della                                        
"Cascina San Cassiano nasce ad Alba, città famosa in tutto il mondo per le sue eccellenze enogastronomiche, su tutte il Tartufo bianco d'Alba e il vino Barolo.


L'azienda produce conserve di tutti i tipi, sia dolci che piccanti e , ultimamente, si dedica all'utilizzo dello Stevia, un dolcificante naturale, al posto del saccarosio , già in uso da parecchi decenni nell'America del Sud, e quindi con un contenuto calorico inferiore a quello  dello zucchero.

 

Ingredienti per 4 persone:
– 600 gr. alici fresche
– 2 melanzane viola
– olio d'oliva extravergine
– 1\2 bicchiere di aceto bianco
– 1 bicchiere d'acqua
– 3 cucchiai di menta fresca tritata
– 1 cucchiaino di peperoncino tritato
– 2 cucchiai di origano
– 10 foglie d'alloro
– 5 spicchi d'aglio

Procedimento:
– lavare le alici, eviscerarle e togliere la lisca centrale, la coda e la testa
– ricavare dei filetti e lasciarli scolare
– affettare le melanzane e lasciarle spurgare cosparse di sale fino, per 1\2 ora
– sciacquare abbondantemente le melanzane e friggerle in abbondante olio d'oliva
– passare i filetti di alici nella farina e friggerle, velocemente, da entrambi i lati e spolverarli con un pò di sale
-in un pentolino mettere l'aceto, l'acqua e gli spicchi d'aglio sbucciati. Cuocerli per 3 minuti dall'inizio del bollore

assemblare il piatto:
– in un piatto alternare gli strati di alici e melanzane , inframmezzandole con menta tritata, origano, poco peperoncino e  foglie d'alloro  sino ad esaurimento degli ingredienti
– versare l'aceto con l'acqua e l'aglio e lasciare marinare, in frigo , almeno 24 ore prima di consumarle.