Condizioni meteo ancora instabili sull’Italia e la Sicilia. Mercoledì 7 novembre è un altro giorno di allerta meteo, come comunicato dal bollettino della Protezione Civile. Allerta arancione in Piemonte, Lombardia e Veneto. Gialla per diverse aree della Sicilia.

Vediamo insieme in dettaglio.

Attualmente le scuole sono chiuse a Palermo, a causa del fango che rende impossibile utilizzare l’acqua dei principali invasi, poiché troppo torbida.

«Al momento l’acqua immessa in città proviene dal lago di Piana degli Albanesi, dalla sorgente di Scillato e da alcuni pozzi, per un totale di circa 1.500 litri al secondo – fa sapere il Comune -. Meno della metà di quanto immesso normalmente. Oggi i tecnici del servizio dighe della Regione hanno effettuato operazioni di svasamento del fango dagli invasi Poma e Rosamarina. Sono quindi in corso le analisi per verificare possibilità di utilizzo dell’acqua degli stessi invasi già a partire da questa notte per l’avvio ai potabilizzatori. In ogni caso, la bassa pressione in città durerà, in base alle zone, non meno di altre 24/36 ore». I disagi sono derivanti dalle abbondanti piogge dello scorso fine settimana, che hanno provocato la morte di 12 persone.

Allerta Meteo Sicilia 7 novembre

Allerta meteo gialla su Sicilia Sud-Orientale, versante ionico, Nord-Orientale, versante ionico, Nord-Orientale, versante tirrenico e isole Eolie, Centro-Settentrionale, versante tirrenico, Nord-Occidentale e isole Egadi e Ustica, Sud-Occidentale e isola di Pantelleria, Centro-Meridionale e isole Pelagie, Sud-Orientale, versante Stretto di Sicilia, Bacino del Fiume Simeto.

Stimata inoltre un’ordinaria criticità per rischio idrogeologico su Sicilia Sud-Orientale, versante ionico, Nord-Orientale, versante ionico, Nord-Orientale, versante tirrenico e isole Eolie, Centro-Settentrionale, versante tirrenico, Nord-Occidentale e isole Egadi e Ustica, Sud-Occidentale e isola di Pantelleria, Centro-Meridionale e isole Pelagie, Sud-Orientale, versante Stretto di Sicilia, Bacino del Fiume Simeto