stemma-protezione-civile-nazionaleSulla base delle previsioni disponibili il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le Regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha pubblicato un nuovo bollettino di vigilanza meteorologica e di criticità idrogeologica nazionale. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino di criticità consultabile sul sito del Dipartimento. Di seguito tutti i dettagli:

IL BOLLETTINO PER DOMANI, MERCOLEDI’ 12 FEBBRAIO 2014:

Precipitazioni:
– sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Campania meridionale, Basilicata tirrenica, Calabria tirrenica, Sicilia settentrionale, Puglia centro-settentrionale e Molise, con quantitativi cumulati da deboli a moderati, specie su zone tirreniche di Calabria e Basilicata;
– da isolate a sparse, su resto del sud, Lazio meridionale, Abruzzo, Marche meridionali, Sardegna occidentale e Friuli Venezia Giulia, con quantitativi cumulati deboli.
Nevicate: mediamente al di sopra degli 1000-1200 m sull’Appennino abruzzese, con apporti al suolo deboli.
Visibilità: nessun fenomeno significativo.
Temperature: senza variazioni di rilievo.
Venti: forti occidentali sulle due isole maggiori e localmente sulla Calabria; inizialmente forti meridionali sulla Puglia, in attenuazione; localmente forti settentrionali sulle zone adriatiche centro-settentrionali e sull’arco alpino.
Mari: agitati i mari circostanti la Sicilia e la Sardegna, molto mossi i restanti bacini centro-meridionali.

IL BOLLETTINO PER DOPODOMANI, GIOVEDI’ 13 FEBBRAIO 2014:

Precipitazioni:
– isolate residue la mattina su Sicilia, Calabria e Puglia, con quantitativi cumulati deboli;
– nel pomeriggio isolate su Liguria di Levante ed alta Toscana, con quantitativi cumulati deboli;
Nevicate: deboli sopra i 1000 m sulle Alpi occidentali.
Visibilità: nessun fenomeno significativo.
Temperature: senza variazioni di rilievo.
Venti: localmente forti settentrionali su Puglia e Sicilia; localmente forti occidentali su Sardegna e dal pomeriggio su Toscana e Liguria di levante.
Mari: molto mossi i bacini occidentali e la mattina l’Adriatico meridionale e localmente lo Ionio.