Immagine1Il diffuso e marcato maltempo che sta interessando diverse zone dell’Italia già dai giorni scorsi continuerà a persistere sulle nostre regioni, con precipitazioni insistenti sulle regioni meridionali mentre un nuovo impulso perturbato, in arrivo dall’Atlantico, porterà instabilità su buona parte del centro.
Sulla base delle previsioni disponibili il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le Regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso, infatti, un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse, che integra ed estende quelli diffusi nei giorni scorsi. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino di criticità consultabile sul sito del Dipartimento.
01L’avviso meteo prevede il persistere delle precipitazioni, anche a carattere di rovescio o temporale, su Sicilia, Calabria, Basilicata e Puglia – regioni in cui i quantitativi cumulati potranno risultare anche molto elevati – nonché su Campania, Lazio, Umbria e settori occidentali di Abruzzo e Molise. I fenomeni saranno accompagnati da frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.
Inoltre, dal mattino di domani, domenica 2 febbraio, l’avviso prevede venti di burrasca, con rinforzo fino a burrasca forte, da ovest su Sardegna, in estensione alla Sicilia, e possibili mareggiate lungo le coste esposte.
Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata per la restante parte di oggi e per domani una criticità rossa per rischio idraulico e idrogeologico per tutta la Sicilia, per buona parte della Basilicata e della Calabria e per la zona del tarantino, oltre che per le pianure emiliane, per il Friuli Venezia Giulia e per buona parte del Veneto.
Per domani, la criticità è invece arancione per le restanti parti di Veneto, Emilia Romagna, per i settori interni di Umbria e Lazio – compresa l’area di Roma – e tutto il resto delle regioni meridionali. Le altre Regioni interessate dal maltempo sono indicate in criticità gialla.

02IL BOLLETTINO PER DOMANI, DOMENICA 2 FEBBRAIO 2014:

Precipitazioni:
– diffuse e persistenti, anche a carattere di rovescio o temporale, sui settori ionici della Calabria, con quantitativi cumulati da elevati a molto elevati;
– diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Sicilia settentrionale, resto della Calabria, Basilicata, Puglia, Veneto e Friuli Venezia Giulia, con quantitativi cumulati da moderati ad elevati;
– da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Campania meridionale ed orientale, settori occidentali di Molise ed Abruzzo, Lazio, Umbria orientale, Marche, sui settori pianeggianti dell’Emilia Romagna, Lombardia, Trentino e resto del Veneto, con quantitativi cumulati generalmente moderati;
– isolate, localmente anche a carattere di rovescio o breve temporale, sulle restanti regioni con quantitativi cumulati deboli.
Nevicate: al di sopra degli 800-1000 m sui settori alpini e prealpini, in abbassamento fino ai 700-900 m sul Piemonte meridionale, con apporti al suolo abbondanti sui Piemonte settentrionale e settori alpini di Lombardia e Triveneto, moderati altrove; al di sopra degli 1000-1200 m sull’Appennino settentrionale, con apporti al suolo moderati.
Visibilità: nessun fenomeno significativo.
Temperature: senza grandi variazioni.
Venti: forti o di burrasca nord-occidentali sulle isole maggiori, con raffiche di burrasca forte specie sulla Sardegna; forti o di burrasca sud-orientali su settori ionici peninsulari, Puglia e settori adriatici del Molise; tendenti a forti settentrionali su Liguria ed Adriatico settentrionale, con raffiche di bora sul triestino.
Mari: da agitato a molto agitato lo Ionio; agitati il mare ed il canale di Sardegna, tendente a molto agitato il mare di Sardegna; da molto mosso ad agitato lo Stretto di Sicilia; molto mosso l’Adriatico; localmente molto mosso il Tirreno.

03IL BOLLETTINO PER DOPODOMANI, LUNEDI’ 3 FEBBRAIO 2014:

Precipitazioni:
– diffuse e persistenti, anche a carattere di rovescio o temporale, sulla Calabria, con quantitativi cumulati da moderati ad elevati;
– da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Campania meridionale, Puglia centro-meridionale, Lazio, Toscana meridionale, Valle d’Aosta, Piemonte settentrionale, Lombardia, settori pianeggianti dell’Emilia Romagna, Trentino e Veneto, con quantitativi cumulati generalmente moderati;
– isolate, localmente anche a carattere di rovescio o breve temporale, sulle restanti regioni con quantitativi cumulati deboli.
Nevicate: al di sopra degli 800-1000 m sui settori alpini e prealpini, con apporti al suolo da deboli a moderati.
Visibilità: nessun fenomeno significativo.
Temperature: senza grandi variazioni.
Venti: forti settentrionali su Liguria ed Adriatico settentrionale; localmente forti occidentali su isole maggiori e basso Tirreno; forti con raffiche di burrasca, sud-orientali su Puglia, aree ioniche e coste del Molise, in parziale attenuazione.
Mari: da molto mossi ad agitati lo Ionio e fino al mattino lo Stretto di Sicilia, il Mare ed il Canale di Sardegna; molto mossi gli altri mari.

Peppe Caridi