Nel corso della settimana l’anticiclone Bacco, proveniente dall’Africa, è pronto a riportare in auge il caldo record. Nonostante la seconda decade di settembre sia già iniziata, le previsioni meteo annunciano temperature ben sopra la media del periodo e la Sicilia è tra le regioni con valori attesi più alti. I dettagli.

L’anticiclone Bacco riporta in auge l’estate

Direttamente dal cuore del continente africano, avvisano gli esperti, arriveranno correnti molto calde, dirette proprio verso il nostro Paese. L’anticiclone africano, denominato Bacco, porta con sé una nuova ondata di calore nel corso della settimana appena iniziata. La situazione, però, dovrebbe mutare già nel weekend.

A essere interessato sarà soprattutto il Sud del Paese, prime tra tutte le due Isole Maggiori, ma anche parte del centro. In particolare, già tra martedì 13 e mercoledì 14, i picchi più elevati di caldo si verificheranno prima in Sardegna, poi in Sicilia e su altre aree del meridione. Si potrebbero raggiungere valori molto elevati, inusuali per il periodo.

In particolare, tra la Sicilia e la Calabria, la colonnina di mercurio toccherà picchi di 37-38°C. Risalendo lungo le regioni del resto d’Italia, ci saranno sempre condizioni di caldo “anomalo” per il periodo in corso. Sulla Valle Padana e nelle aree più interne del Centro, per esempio, si salirà fino a 32-33°C.

A limitare un po’ il “dominio” dell’anticiclone Bacco saranno correnti fresche e umide atlantiche, che hanno iniziato ad abbassarsi di latitudine. Se le attuali previsioni meteo saranno confermate, l’ondata di caldo record dovrà comunque rassegnarsi a una breve durata. Già a partire da giovedì 15 settembre, quindi prima del weekend, un vortice ciclonico da Nord Europa si avvicinerà a portare scompiglio.

Il tempo, dunque, è destinato a peggiorare, prima dal Nord, quindi anche verso il resto del Paese. Il quadro meteorologico assumerà dunque caratteristiche più autunnali, determinando un generale calo delle temperature.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati