Un'anziana di Treviso, in Veneto, in un solo anno ha speso 200.000 euro in gratta e vinci e nel gioco del Lotto. Ogni mattina la nonna, 78 anni, svolgeva una sorta di rituale: si truccava, beveva un caffè con le amiche, poi usciva dalla casa di riposo per una sosta obbligata nelle ricevitorie della città per sigarette, lotto e gratta e vinci.

Qualora non fosse abbastanza in forma da muoversi a piedi, i titolari delle ricevitorie andavano perfino a prenderla in auto, come si apprende dal "Corriere del Veneto". Per la donna il gioco d'azzardo è diventato una malattia, tanto che ha dato fondo a tutti i suoi risparmi. Quando l'anziana si è resa conto di quanto le stava accadendo e ha chiesto aiuto al personale della casa di riposo, era ormai troppo tardi e si è ritrovata senza più un soldo in banca.