Una donna di 91 anni è stata trovata morta in una casa di riposo di Como: la Procura ha aperto un fascicolo per omicidio a carico di ignoti, poiché le condizioni in cui si trovava l'anziana hanno fatto subito escludere sia la morte naturale che il suicidio.

La 91enne si trovava nel suo letto e ad accorgersi del decesso è stata una dipendente della casa di riposo. Immediato l'allarme, ma ciò che ha insospettito gli inquirenti è stato il fatto che la donna, Dolores D., comasca, avesse in bocca fazzoletti di carta e guanti in lattice, che potrebbero averne provocato la morte per soffocamento.

La donna aveva deficit cognitivi e accanto a lei c'era la compagna di stanza di 94 anni, anch'ella affetta da deficit cognitivi, che non ha saputo fornire indicazioni o spiegazioni su quanto accaduto. Sarò l'autopsia a fare chiarezza: al momento, comunque si escludono sia il malore che il gesto volontario.