Molti utenti lo sospettavano e adesso è arrivata la conferma: “È vero, rallentiamo i vecchi iPhone, ma lo facciamo per evitare problemi con le vecchie batterie e prolungare la vita dei dispositivi”. Ad ammissione è direttamente Apple. Una novità introdotta negli iPhone 6, 6S e SE lo scorso anno, con un aggiornamento del software, e per l’iPhone 7 da dicembre, con l’uscita di iOS 11.2.

L'azienda ha intenzione di comportarsi allo stesso modo anche in futuro con i nuovi modelli. Un portavoce ha spiegato: “Il nostro obiettivo è dare la miglior esperienza ai clienti, e questo include sia la performance generale sia la capacità dei nostri dispositivi di durare più a lungo”. 

Quando la batteria è vecchia, ha spiegato Apple, potrebbe non essere in grado di fornire la corrente necessaria per far andare il processore alla massima velocità. Quando succede, l’iPhone si spegne improvvisamente per proteggere le componenti interne, anche se lo smartphone ha ancora un 30-40% di carica. Per evitare questo inconveniente, quindi, Apple ha deciso di intervenire e ridurre la velocità del processore.