PALERMO – La polizia di Stato ha proceduto stamani, alle prime luci dell'alba, all'esecuzione di una misura di custodia cautelare agli arresti domiciliari disposta dal Gip di Palermo, con l'applicazione del braccialetto elettronico. Secondo quanto riportato dal Giornale di Sicilia, la misura è scattata nei confronti di un uomo di 47 anni, palermitano, professore di religione presso un istituto superiore della città.

Il docente avrebbe compiuto atti sessuali con una sua ex alunna minorenne. I gravi indizi raccolti dagli agenti della squadra mobile di Palermo, diretta da Rodolfo Ruperti – sezione reati sessuali e in danno di minori – hanno condotto al provvedimento.