Un'altra, l'ennesima, storia di pedofilia. Un disoccupato di 63 anni, da sempre allenatore di squadre giovanili di calcio, è stato arrestato dai carabinieri di Alessandria, in Piemonte, per atti sessuali con minorenni e detenzione di materiale pedopornografico. A dare il via alle indagini, un uomo che ha riconosciuto l'"orco" 29 anni dopo gli abusi subiti da quell'anziano che si allontanava da un bar seguito da un ragazzino.

I successivi accertamenti non hanno lasciato dubbi ai militari, che lo hanno sorpreso in casa con un giovane. Al momento dell'irruzione dei carabinieri nella sua abitazione, il 63enne era in bagno con la sola maglietta addosso e in mano la biancheria intima; nell'altra stanza un giovane, la tv sintonizzata sul canale 'Boing!', dedicato alle trasmissioni per i più piccoli, probabile espediente utilizzato per far cadere i ragazzini nella sua rete. Sequestrate foto e video inequivocabili anche sul suo cellulare, capi d'abbigliamento per bambini e le lettere che si faceva scrivere dalle sue vittime.