Ascoltare la musica in auto a tutto volume potrebbe sembrare un'abitudine priva di conseguenze negative, eppure non è così. Una recente sentenza (7543 del 2016 della Cassazione), infatti, ha stabilito che chi gira in auto per le città con l'audio al massimo commette reato. Lo racconta il sito studiocataldi.it, che riporta quanto accaduto ad un automobilista messinese.

Fiero del proprio impianto stereo con ben 3 amplificatori da 200 e 1.500 watts, andava in giro di sera, per le strade cittadine: fermato dalla polizia, non soltanto si è visto sequestrare l'impianto, ma si è anche beccato una condanna per "disturbo del riposo e delle occupazioni delle persone", confermata dalla Cassazione.

Adesso può dire addio allo stereo e deve pagare 300 euro di ammenda, 1.000 euro alla Cassa delle ammende e le spese processuali