Con una circolare appena pubblicata, l'Inps ha fornito tutte istruzioni necessarie per la presentazione della domanda di assegno di disoccupazione (ASDI). Si tratta di una misura assistenziale a carattere sperimentale, riservata ai disoccupati che sono in possesso di determinati requisiti: vediamo insieme quali sono.

Per usufruire dell'assesgno di disoccupazione bisogna: aver fruito della NASpI per la durata massima spettante; essere ancora in stato di disoccupazione al termine del periodo di fruizione della NASpI; essere componenti di un nucleo familiare in cui sia presente almeno un minore di anni 18, ovvero avere un’età pari o superiore a 55 anni e non avere maturato i requisiti per il pensionamento di vecchiaia o anticipato.

Non basta questo: l'assegno è riservato ai disoccupati che possiedono un'attestazione dell'Isee in corso di validità, da cui risulti un valore dell'indicatore pari o inferiore ai 5.000 euro. Non devono inoltre aver usufruito dell'ASDI per più di 6 mesi nei 12 mesi precedenti il termine del periodo di fruizione della NASpI e per più di 24 mesi nel quinquennio precedente il medesimo termine e devono aver sottoscritto presso i centri per l'impiego un progetto personalizzato, un patto di servizio o di presa in carico. 

La domanda di ASDI è telematica e va presentata alla fine del periodo massimo di fruizione della NASpI, entro e non oltre i 30 giorni successivi. Si può presentare attraverso uno dei consueti canali messi a disposizione dell'Inps (sito web, contact center, patronato). L'importo è pari al 75% dell'ultima indennità NASpI percepita e non può essere superiore all'ammontare dell'assegno sociale.