Secondo gli esperti, la posizione in cui dormiamo può influenzare seriamente la nostra salute e il nostro benessere, aiutandoci a prevenire alcuni disturbi. Come riportato dal Daily Mail, ad esempio, dormire sul lato sinistro apporta benefici allo stomaco, grazie ad un particolare allineamento degli organi che riduce la percentuale di acidità. Per chi dorme supino, è importante allineare le ginocchia e la spina dorsale, per alleviare il dolore alla schiena. Dormendo sulla schiena, inoltre, si protegge la pelle, perché la faccia non sarà schiacciata contro il cuscino. 

Per quanto riguarda la posizione fetale, se da un lato gli osteopati la raccomandano per aumentare la respirazione e consentire una maggiore flessibilità alla spina dorsale, dall'altro è sconsigliata per chi soffre di reumatismi a collo: la pressione sulle articolazioni alla base del cranio potrebbe peggiorarli. La soluzione è posizionare un cuscino sotto la testa per alleggerire il peso su collo e schiena e aggiungerne uno tra le ginocchia per aumentare il comfort.

Dormire sul lato destro è l'ideale per chi soffre di pressione alta: in questa posizione il cuore ha più spazio sul lato sinistro della cavità toracica, portando a un lieve abbassamento della pressione. Secondo i ricercatori della Stony Brook University, inoltre, dormire sul fianco destro può prevenire l'Alzheimer. 

In ultimo, il sonno a pancia sotto favorisce la digestione dopo un pasto pesante e porta a fare sogni più eccitanti, ma non agevola la respirazione: può pizzicare i nervi e provocare mal di testa e tensione sulle spalle.