Un 56enne, operaio in una fabbrica, è stato arrestato con l'accusa di tentato omicidio dopo essere stato ripreso dalle telecamere di sicurezza mentre era intento ad avvelenare il pranzo di un collega. L'episodio ha spinto le autorità tedesche a indagare sulla morte di altri 21 dipendenti dell'azienda i cui decessi, la maggior parte avvenuti per infarto, potrebbero essere stati causati da avvelenamento.

Il sospetto è stato visto aprire il lunchbox di un collega e mettere una sostanza all'interno del panino. Il collega aveva notato qualcosa di strano spalmato durante il pranzo e aveva avvisato i suoi dirigenti, che a loro volta hanno chiamato la polizia. Le riprese video hanno mostrato il sospetto spargere una sostanza polverosa sul cibo, e una bottiglia contenente la stessa sostanza è stata ritrovata nel suo zaino.

I test hanno indicato che la sostanza sul pane era un acetato di piombo tossico, sostanza quasi insapore, e ce n'era abbastanza per causare gravi danni agli organi. Esperti dei vigili del fuoco hanno trovato mercurio, piombo e cadmio nell'appartamento del sospettato. La polizia ha detto che l'uomo "ha cercato a lungo di produrre sostanze tossiche, compresi i composti di metalli pesanti", usando sostanze nella sua casa.

Le autorità hanno ampliato le indagini dopo che negli ultimi anni sono emersi altri casi di malattia nell'azienda. Due dipendenti sono in coma e un altro uomo è in dialisi. I funzionari stanno anche riesaminando tutti i decessi legati alla ditta a partire dal 2000, e cioè 21 ex dipendenti morti prima del pensionamento. "Ci sono stati un numero sorprendentemente alto di infarti e tumori tra i casi di morte nell'azienda", ha detto la polizia.