Con il dialetto siciliano non si scherza, anzi, non si babbìa: la scelta del verbo non è usuale, perché babbìare è entrato di diritto tra parole annoverate dallo Zingarelli del 2016.

Ad ispirare gli addetti ai lavori, il commissario Montalbano, famosissimo personaggio nato dalla penna di Andrea Camilleri. Il commissario, interpretato sul grande schermo da Luca Zingaretti (e da Michele Riondino nella versione 'giovane') , è diventato un vero e proprio simbolo della sicilianità, esportando i modi di dire del territorio ben oltre i confini dell'Isola. 

Così, babbìare ha trovato uno spazio tutto suo sul dizionario, accanto a parole come poltronismo, criptomoneta o fotodepilazione. Per il 2016, sono oltre 144.000 le voci presenti sullo Zingarelli, con oltre 380.000 significati. Insomma, un bel risultato per un termine tutto siciliano!