"Babbo Natale spaventa i figli degli immigrati": per questo è stato bandito dall'asilo nido. Il perché? È un uomo panciuto con la barba bianca che indossa uno stravagante abito rosso, provano ad argomentare all'asilo nido "Acque Rosse" di Ostia, a Roma.

Come spiega "Il Messaggero", la dirigente scolastica ha preferito "rinunciare alla tradizione" per non urtare gli immigrati. Nel suo asilo nido, infatti, un terzo degli iscritti sono figli di stranieri. "Ogni anno – hanno raccontato i genitori italiani – facciamo una colletta per incaricare un figurante vestito da Babbo Natale di consegnare i regali ai bambini nelle loro classi. È una tradizione che sopravvive da anni, anche quando i figli diventano grandi e cambiano scuola".

Un papà attacca: "Stavolta la direttrice ci ha detto che per non spaventare i tanti figli di immigrati, musulmani, nordafricani e romeni che affollano le classi, è il caso di evitare. La sua giustificazione è che 'si potrebbero spaventare, non capire ciò che succede perché estraneo alla loro cultura'".

E una mamma rincara la dose: "I dirigenti dell'asilo si preoccupano che questa innocente manifestazione possa essere discriminante". Un altro genitore le fa eco: "Siamo all'assurdo, questi divieti sono l'esatta negazione dell'integrazione". E cita i cartelli di benvenuto ai turisti che arrivano in Qatar: "Ora sei uno di noi, rispetta la nostra cultura e le nostre tradizioni".