Logo di Vincenzo ScibiliaNel seguire e sentire, analisi di mercato da parte di giornalisti e pseudo politicanti, davanti alle " bestemmie" continue di chi mina l'integrità della nostra Regione, apoliticamente penso e dico che :
La Sicilia annovera sei siti insigniti del titolo di Patrimonio dell'Umanità conferiti dall'UNESCO per la loro importanza storica, artistica, archeologica e naturalistica: la Villa del Casale, la Valle dei Templi , le Isole Eolie , le Città tardo barocche del Val di Noto , Siracusa e la Necropoli Rupestre di Pantalica , il Monte Etna. Vanta, ancora, l'iscrizione dell'Opera dei Pupi tra i Patrimoni Orali e Immateriali dell'Umanità (primo Patrimonio italiano ad esser inserito in tale lista) nonché il riconoscimento come Bene Etno Antropologico dell'Umanità della città di Catania per la Festa di Sant'Agata.
È la regione più estesa d'Italia, è l'unica regione italiana ad annoverare due città fra le dieci più popolose del Paese: Palermo e Catania.
Ma questo non è nulla se consideriamo la bellezza distribuita in maniera equa su tutto il territorio: mare(coste meravigliose), colline ( lussureggianti e adatte a qualsiasi tipologia agricola), catene montuose Etna compresa, adatte ad un turismo per qualsiasi stagione. Con presenza di flora e fauna tra le più importanti di tutto il bacino mediterraneo, centro di studi e ricerche scientifiche di grande rilievo. Città meravigliose ricche di Storia millenaria. Come Palermo, Agrigento, Siracusa, Messina, Catania, Noto e tante altre ancora.
La Sicilia per la "ricchezza" a tutto tondo e la bellezza che detiene, potrebbe essere la soluzione per tutto il Paese, comprese quelle "isolette" della padania e venetania che esaltano il razzismo e l'indipendentismo.
La Sicilia potrebbe far vivere la sua popolazione nel benessere, potrebbe elevare la qualità della vita ai livelli più alti del mondo!
… Se non fosse che, un solo 5% di delinquenti, avvinghiati come polipi sulle loro prede, soffocano un'intera regione, un'intera popolazione che non riesce ad emergere. 
Privata continu
amente dell'aria per respirare, boccheggia, cercando come soluzione, la fuga ! A quel meno dell'1% di politici che svendono e sputtanano la loro terra bisogna "metterle in pensione" e farne "strumento" di monito per le generazioni future.
Ecco come il " Siciliano " dalle mille risorse, capace, creativo, disponibile al sacrificio, alla fine svilito e stuprato riesce ad ottenere un "profilo" di bassa considerazione. Vi ricordate le evoluzioni sessuali tanto esaltate nella filmologia degli anni '60 ? … L'Homo Eroticus, delle caverne, aggiungo io ? Il conquistatore delle bellezze nordiche di quel di Taormina. L'eclettico playboy, esagerato omino di pelle abbronzata dall'accento tanto ridicolo ( ridicolo perchè?) tanto da far ridere finanche l'arretrato e villico nord. Parliamo di anni 50 e 60, quando la Terronia partiva dal Sud Tirolo e confinava con la Sicilia. 
Basta non è più tollerabile far morire di cancro generazioni di isolani là dove si raffinano le "risorse" per il beneficio di tutti e avere un ritorno uguale a … niente !