Una bimba di 14 mesi è stata ricoverata all'ospedale Meyer di Firenze in seguito a una intossicazione da cocaina e ansiolitici. Le sue condizioni sono gravi, ma al momento i medici di dicono cautamente ottimisti. Sono in corso le indagini per comprendere come la piccola abbia potuto assumere le sostanze: oltre alla casa dei genitori, frequentava anche quella dei nonni e di altri parenti, oltre all'asilo nido. 

La bimba era in stato soporoso e le analisi hanno rilevato che aveva assunto cocaina e benzodiazepine. Adesso si trova in terapia intensiva. I genitori sono due giovani italiani: la piccola non cammina ancora ed è quindi difficile che sia arrivata da sola ad un cassetto, un ripiano o uno sportello. Repubblica riporta inoltre che le sostanze in questione hanno un sapore molto amaro e che sembra quindi difficile che possa averle ingerite da sola. Sarà compito della procura di Lucca fare chiarezza sull'episodio.