Una bambina di soli 6 anni è stata trasportata d'urgenza in ospedale: una delle sue maestre, mentre si trovava a scuola, si è accorta che stava masticando una bustina contenente una polvere bianca, rivelatasi poi cocaina. La piccola credeva fosse zucchero. Per fortuna non ha ingerito nulla, perché la bustina di plastica è rimasta intatta ed era sigillata. 

La vicenda è avvenuta negli Stati Uniti, in Pennsylvania. La maestra ha sorpreso la bimba con la bustina in bocca e ha scoperto che l'aveva trovata nello zaino di un compagno di classe. Anche il bimbo è stato portato in ospedale e sottoposto a controlli: anche nel suo caso non sono state rinvenute tracce di cocaina nell'organismo.

La polizia ha spiegato: «Non riusciamo a capire come quella bustina sia finita dentro la scuola. In genere, queste bustine monodose sono usate dai pusher, ma sono accorpate in un'unico contenitore. Qualcuno evidentemente lo ha staccato, ma non sappiamo se altre sono finite all'interno dell'istituto. Ad ogni modo, abbiamo informato le famiglie e, secondo le prime indagini, riteniamo che quella bustina non sia proveniente dalla casa di uno dei bambini».