La 34enne Samantha Fleming è amareggiata. Sua figlia Melissa, che ha appena 5 anni, è in continuazione presa di mira dai suoi compagni di scuola. La piccola è disabile: è nata con microcefalia, una condizione rara in cui la testa risulta più piccola del normale, perché il cervello non si è sviluppato correttamente o ha smesso di crescere.

Samantha, originaria di Chaddesden, in Gran Bretagna, ha spiegato che i capelli della bimba crescono lentamente a causa dei suoi problemi di salute. I compagni di classe, stando a quanto ha spiegato la donna, le hanno in più occasioni tagliato i capelli: "Melissa ha iniziato la sua nuova scuola a settembre 2017 ed è tornata a casa con i capelli tagliati sei volte finora. Ogni volta è successo a distanza di pochi mesi”.

“La prima volta che è successo, la scuola ha parlato ai bambini di quanto siano pericolose le forbici. Poi, dopo che è successo di nuovo a febbraio di quest'anno, ho parlato con il dirigente scolastico, che ha detto che avrebbe tenuto d'occhio la questione. Ma ora è successo ancora e non ne sono felice” ha detto Samantha.

"Melissa ha un problema di elaborazione, che influisce sul modo in cui programma il suo cervello. Solo sei mesi fa lottava per mettere insieme una frase completa, ora ha fatto dei progressi. Ha anche molti problemi di udito, che influenzano il suo comportamento". 

La scuola ha assicurato che prende ogni rapporto di presunto bullismo "estremamente seriamente". Un portavoce ha detto: "Il bullismo può avere un effetto devastante su bambini e famiglie, e alla scuola elementare di Cherry Tree Hill. Vogliamo indagare su questa vicenda. Il nostro obiettivo non è solo quello di fornire un'istruzione di alta qualità, ma anche di garantire la sicurezza dei bambini di cui ci prendiamo cura ogni giorno, e questa continuerà ad essere la nostra priorità".