Non sopportava il pianto della piccola Rose, bimba di 6 mesi, quindi ha deciso di "scuoterla", causandone così la morte. Questa la terribile confessione di una baby sitter professionista di 35 anni, di fronte alla corte di Créteil, in Francia. L'ufficio del pubblico ministero ha chiesto la detenzione in custodia cautelare, con l'accusa di omicidio.

La donna, assistente dell'asilo nel distretto Bordières, teneva tre bimbi a casa sua: Rose, il figlio di 4 anni e un altro bambino. Quando Rose ha iniziato a piangere, non riusciva a fermarla: ha perso la testa e, nel tentativo di farla smettere, l'ha scossa con forza, uccidendola.