Un tragico errore in sala operatoria si trasforma in dramma. Un bambino di 6 anni è stato parzialmente evirato a Belluno, in Veneto, dopo essersi sottoposto a un intervento chirurgico per una semplice circoncisione. A raccontare l'incredibile avvenimento è il "Corriere del Veneto". L'episodio risale al giugno 2014, e adesso la famiglia ha chiesto 500 mila euro di risarcimento.

L'avvocato Matteo Mion, specialista delle cause per malasanità, ha fatto una stima del danno. Di fatto, assicura il legale, il risarcimento difficilmente potrebbe scendere sotto la cifra dei 500 mila euro. L'avvocato ha sottolineato che per i suoi assistiti proverà a risolvere il problema fuori dal percorso giudiziale provando a intavolare una trattativa con l'ospedale. Ma avverte che in caso contrario la famiglia del bambino farà causa al nosocomio.

Al di là del fattore economico, comunque, resta la tragedia per il piccolo Kassam. Il bambino potrebbe avere vari problemi. Oltre che funzionali anche "di inadeguatezza, paura della diversità, caduta dell’umore, distorsioni dell’immagine corporea, identità sessuale a rischio".