Un giovane di 18 anni si è tolto la vita gettandosi sotto un treno in transito nei pressi della stazione ferroviaria di Montagnana, nel Padovano. I genitori lo avevano salutato poco prima: a quanto pare, nessuno poteva immaginare che avesse in mente di compiere l'estremo gesto. Il dramma si è consumato sabato mattina, poco distante da un passaggio a livello della linea ferroviaria Mantova-Monselice.

Il ragazzo non ha lasciato alcun biglietto, ma pare che a spingerlo al suicidio sia stata la bocciatura a scuola. Frequentava il quarto anno di un istituto superiore della provincia di Rovigo e aveva appena saputo di non essere stato promosso. La mattina in cui è morto è uscito di casa senza destare sospetti, per una giornata di stage: ha salutato i familiari, ma è andato incontro a un tragico destino.

Si trovava in sella alla sua bici, quando ha cambiato percorso: si è diretto verso i binari e qui ha trovato la morte. La comunità locale è rimasta sconvolta: il giovane era molto attivo, anche nell'associazionismo.