"Stanotte, in piena notte, dall'aeroporto civile di Cagliari partirà un nuovo carico di morte. Migliaia di bombe saranno caricate in piena notte nel volo secretato cargo 747 per l'Arabia Saudita"

E' questa la testimonianza del deputato sardo Mauro Pili che ha dato visibilità alla notizia, direttamente dal suo canale facebook. 

Motivo dello sfogo?  

Il pericolo imminente per la Sardegna e per i suoi cittadini. Prosegue ancora il deputato: 

"State sottoponendo la Sardegna ad un rischio gravissimo. Basta giocare con le bombe sulla testa della Sardegna. È inaudito che si usi un aeroporto civile facendolo diventare un bersaglio di terrorismo e non solo".

Non contento dello sfogo, parla ai microfoni de Il Fatto Quotidiano: 

“La richiesta di autorizzazione giunta all’Enac riguarda anche questa volta un cargo 747 della compagnia azera Silk Ways. Camion carichi di pallet pieni di bombe sono in partenza dallo stabilimento RWM di Domusnovas. 

 La scelta di fare tutto di notte è dettata dall’esigenza di non dare nell’occhio come l’ultima volta. So per certo che questa nuova consegna, inizialmente prevista via mare a bordo della portacontainer Jolly Cobalto attesa al porto di Sant’Antioco, è stata velocizzata per l’urgenza di rifornimento del committente saudita”.

MA A COSA SERVONO LE BOMBE ITALIATE CHEVERRANNO SPEDITE?

Questo nuovo carico di bombe, dopo quello partito a fine ottobre, dimostra l’urgenza dell’Arabia Saudita di ricevere forniture da impiegare prontamente in Yemen.