Via libera al finanziamento da 2 milioni di euro per valorizzare il turismo nella Riserva naturale orientata del Bosco della Ficuzza. Nel progetto, anche un Parco Avventura per praticare tantissime attività. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

2 milioni di euro per il Bosco della Ficuzza

A dare l’annuncio è il GAL Terre Normanne. Il ministero del Turismo ha dunque dato l’ok ai fondi destinati al progetto che valorizza il turismo. Il nome dell’iniziativa è “I monti delle Terre Normanne” ed è l’unica a rappresentare la Sicilia nell’elenco dei 16 interventi approvati per il rilancio del turismo montano italiano.

Si tratta di azioni che prevedono adeguamenti infrastrutturali, pianificazione e promozione dei prodotti turistici in ottica di sostenibilità, a valere sulla misura Montagna Italia del Piano Sviluppo e Coesione.

Il progetto del Gal Terre Normanne nel Bosco della Ficuzza prevede, tra le altre cose, la realizzazione di un Parco Avventura, su un’area di 10mila metri quadrati. Ci saranno percorsi acrobatici, teleferiche, tirolesi, piattaforme installate sugli alberi, un campo di orienteering e il climbing-wall per l’arrampicata sportiva, oltre al noleggio di quad, biciclette ed e-bike per escursioni anche con l’assistenza di guide professioniste.

Si potrà anche sorvolare il bosco con un volo biposto in parapendio con istruttore e praticare l’astro-trekking e il birdwatching pernottando in geodomi mobili – tende a forma di igloo dotate di ogni comfort, compreso telescopio – con copertura in parte trasparente per osservare il cielo e la montagna.

Inclusi anche altri servizi, tra cui un trenino panoramico ad alimentazione ibrida che, dalla piazza del Borgo Ficuzza consentirà di fare escursioni, ripercorrendo un’antica tratta ferroviaria di fine Ottocento. Ancora, previsto un punto bici-grill in uno spazio adiacente al Palazzo Reale a disposizione dei ciclisti per la ricarica delle biciclette elettrice, con spogliatoi e officina meccanica.

“Per realizzare sinergie con il sistema economico, culturale e sociale del comprensorio dei comuni di Corleone, Monreale, Godrano e Marineo che abbracciano la Riserva – sottolineano i vertici del GAL Terre Normanne – costituiremo un comitato per contribuire alla promozione della montagna, anche con un calendario di degustazioni, passeggiate ecologiche, workshop e laboratori per bambini, attività di animazione durante le feste locali e la partecipazione al grande evento finale, in bassa stagione e di richiamo internazionale, battezzato ”Vivere i monti delle Terre Normanne”, per illustrare i risultati finali raggiunti dal progetto”.

Foto di Dedda71 – Own work, CC BY-SA 3.0.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia