MARSALA (TRAPANI) – La condanna a 7 anni di carcere è stata invocata dal pm Giulia D'Alessandro per un avvocato di Marsala, Andrea Guglielmo Baldassare Lentini di 45 anni, accusato di lesioni personali gravi, minacce, violazione di domicilio e ingiurie. Il processo si svolge davanti al giudice monocratico Vito Marcello Saladino.

L'avvocato Lentini è agli arresti domiciliari dal 20 gennaio 2015 con l'accusa di avere aggredito e picchiato, in due diverse circostanze, prima un anziano vicino di casa e poi un collega. In entrambi i casi, le vittime hanno dovuto far ricorso a cure ospedaliere. La prima contestazione è relativa a fatti che sarebbero accaduti il 24 aprile 2014, quando Lentini avrebbe fatto irruzione nel giardino di un vicino di casa (Natale Galfano di 80 anni) e, dopo averlo fatto cadere a terra con una spinta, l'avrebbe colpito con violenti calci alla testa, alla spalla e al fianco, tanto da provocargli trauma cranico e facciale con indebolimento dell'udito e una riduzione della vista. Questo, a quanto pare, perché il vicino si era lamentato per l'eccessivo abbaiare dei cani.

Il 25 settembre 2014, invece, il legale avrebbe aggredito, picchiato e ingiuriato un suo collega, Giuseppe Culicchia di 42 anni. Lentini affrontò il collega in una strada del centro di Marsala e lo colpì a pugni in faccia, provocandogli lesioni alle ossa facciali e al nervo ottico. Alla base della lite con il collega ci sarebbe stato il pagamento dell'onorario a Culicchia per un processo che ha visto Lentini accusato, e poi assolto (ma la Procura ha fatto appello), di violenza sessuale su una ragazzina di 12 anni.

Lentini sarebbe andato su tutte le furie quando venne a sapere che il suocero aveva pagato, a sua insaputa, la parcella a Culicchia (che l'aveva difeso nel processo) e che questi aveva accettato il denaro. I reati di violazione di domicilio e minacce sono contestati in relazione all'aggressione a Natale Galfano.