Il 31 dicembre è ormai alle porte e, come ogni anno, bisognerà stare attenti ai cosiddetti botti di Capodanno, che fanno male a esseri umani, animai e ambiente, come recentemente spiegato anche dalla Società Italiana di Medicina Ambientale.

In vista della notte di San Silvestro, i comuni di Palermo e Catania hanno emanato un’ordinanza.

Catania

Il Commissario Straordinario del Comune di Catania, Federico Portoghese, ha emanato un’ordinanza valida dalle ore 12,00 del 30 dicembre 2022, alle ore 12,00 del 7 gennaio 2023, con cui viene vietato lo scoppio di petardi, mortaretti di ogni tipo di fuoco pirotecnico in luogo pubblico o di uso pubblico e nei luoghi privati di tutto il territorio cittadino. Le violazioni alle suddette disposizioni sono punite con la sanzione amministrativa pecuniaria del pagamento di una somma da 100,00 a 500,00 euro, fatte salve le sanzioni per ulteriori illeciti.

Palermo

Il sindaco di Palermo, Roberto Lagalla, ha emanato un’ordinanza con la quale dispone – a partire da domani e fino a venerdì 6 gennaio 2023, “il divieto assoluto su tutto il territorio comunale di accensione, lancio e sparo di fuochi d’artificio, mortaretti, petardi, bombette e oggetti similari”.

La violazione dell’ordinanza comporta l’applicazione di sanzioni amministrative tra 500 e 5.000 euro, “oltre al sequestro del materiale pirotecnico utilizzato o illecitamente detenuto e la successiva confisca, fatte salve, inoltre, eventuali e ulteriori sanzioni penali e amministrative disposte dalla normativa vigente”.

Inoltre, se la trasgressione dell’ordinanza viene commessa “in un luogo dove sia adunanza o concorso di persone, la pena è dell’arresto fino a un mese”, previsioni confermate nell’ambito del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza.

Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di SiciliaFan! Iscriviti, cliccando qui!

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati