Bruttissimo episodio di bullismo a Ragusa. Due studenti hanno costretto un loro coetaneo, davanti alla fermata del bus di fronte un istituto scolastico, a ballare e denudarsi sotto la minaccia di violenze fisiche, riprendendo tutto e pubblicandolo su Instagram. 

I due bulli sono stati denunciati dalla polizia, avvisata dallo stesso dirigente scolastico. La vittima si era subito rivolta a un'insegnante ed è stata ascoltata anche dagli investigatori: ha raccontato di essere stato spesso bersaglio dei compagni di scuola, ma che accettava gli "scherzi pesanti" per paura di essere escluso dal gruppo.

In occasione dell'ultimo episodio, è stato accerchiato da circa sei ragazzi, che lo esortavano a ballare con loro e spogliarsi, tutto davanti alla presenza di una ragazzina adolescente. Di fronte al suo diniego, due bulli lo hanno percosso e strattonato. Si è quindi denudato, mentre tutti gli altri hanno riso di lui, riprendendolo e pubblicato il tutto in una Story di Instagram. Nel video si vedeva il ragazzo ballare. 

Tutte le persone coinvolte sono state individuate. Gli studenti hanno prima negato di aver commesso quelle azioni, ma dopo pochi minuti gli investigatori hanno ottenuto una piena confessione. I responsabili sono scoppiati in lacrime, affermando di voler solo scherzare e hanno promesso di non commettere più gesti del genere. I due bulli sono stati denunciati dalla polizia per violenza privata ai danni del compagno di scuola.

FOTO DI REPERTORIO