«Sono stata cacciata dal centro commerciale perché secondo loro avevo i pantaloncini troppo corti, mi sono sentita umiliata»: a scrivere, su Facebook, è una ragazzina di 19 anni, Gabrielle Gibson. La giovane ha denunciato di essere stata apostrofata da una guardia giurata, che l'ha invitata a lasciare un centro commerciale dell'Alabama, negli Stati Uniti, per il suo abbigliamento.

Come si vede dalle foto apparse sui social, Gabrielle indossava una maglietta colorata, un paio di shorts e dei sandali.

«Stavo solo cercando di passare una bella giornata facendo shoppingo nel centro commerciale – ha dichiarato – quando sono uscita di casa mi sentivo bella e felice, sono stata sbattuta fuori perchè degli uomini adulti non riuscivano a controllarsi, non voglio che ciò accada più a nessun'altra». «La guardia giurata ha detto che tutti mi stavano guardando il mio lato B e questo era un problema per il centro commerciale», ha aggiunto in un post su Facebook.