Un uomo afghano di 24 anni ha aggredito una mediatrice culturale italiana di 28 anni a Caltagirone. L'uomo non accettava il rifiuto di una relazione sentimentale da parte della donna, conosciuta nell'agosto del 2016 nel Cara di Mineo.

Il 24enne l'ha raggiunta e, dopo l'ennesimo tentativo di baciarla, le ha dato una testata sul naso e alcune ginocchiate all'addome, procurandole una frattura ossea al naso, giudicata guaribile in otto giorni. L'episodio è avvenuto in via Santa Maria di Gesù: sono intervenuti i carabinieri, che hanno arrestato l'uomo per atti persecutori e lesioni personali. 

Già nello scorso mese di giugno la donna aveva sporto querela nei suoi confronti per continui pedinamenti, minacce e offese. I militari sono subito intervenuti bloccando l'aggressore e scongiurando ulteriori e peggiori conseguenze.