I carabinieri rischiano lo sfratto dalla caserma di Campofelice di Fitalia (provincia di Palermo): non è stato trovato un accordo sull'affito e, quindi, l'edificio che viene utilizzato dai militari potrebbe tornare nelle disponibilità del Comune. Già in passato, il sindaco Giorgio Di Nuovo aveva disposto un'ordinanza per ridurre i costi da addebbitare al ministero dell'Interno da 10.000 a 6.000 euro, al fine di evitarne la chiusura, e poi si era giunti al pagamento simbolico della cifra di 1.000 euro l'anno.

Carabinieri rischiano lo sfratto a Campofelice di Fitalia

L'ipotesi di una "visita" della Corte dei Conti ha però fatto fare marcia indietro al primo cittadino. A distanza di un anno da quella decisione, si è svolto un incontro in Prefettura: il sindaco Di Nuovo, che ha revocato in autotutela l'ordinanza, ha chiarito che l'amministrazione statale dovrà corrispondere un canone di almeno 5.000 euro l'anno; alla base di questa decisione ci sono timori per un controllo della Corte dei Conti. 

Non vorrei che tra qualche anno mi accusassero di aver provocato un danno alle casse del Comune – ha detto il sindaco – perché questa somma rappresenta uno sconto.

Foto in evidenza: Google