CANICATTI' (AGRIGENTO) – Mistero a Canicattì, nell'Agrigentino. All'interno del cimitero comunale, i resti di due canicattesi sono stati spostati. Come riporta il "Giornale di Sicilia", a denunciare il fattaccio è stata la nipote, che era andata a fare visita ai propri cari trovando al loro posto i loculi di altri due defunti. E adesso – c'è da capirla – minaccia di rivolgersi alle forze dell'ordine.

L' assessore comunale ai Servizi cimiteriali, Massimo Muratore, prova a fare chiarezza: "Abbiamo assicurato alla signora che in un paio di giorni verificheremo quanto accaduto. Le salme sono state spostate in quanto, dopo la scadenza della concessione della durata di 25 anni, nessuno dei parenti ha provveduto a rinnovarla".