In questi giorni sta facendo discutere la notizia della carta da forno tossica. Ma è davvero così come dicono? La carta da forno è un prodotto pericoloso per la salute dell'uomo? Perché non brucia ad alte temperature? Di che materiale è fatta?

Di fatto, nonostante il suo utilizzo così diffuso (nel forno, in quello a microonde o ancora in padella) poche persone si sono ricordate di leggere le indicazioni sul prodotto riportate sulla confezione.

Ad ogni modo, a tutte queste domande risponde finalmente un esperto, intervistato sul canale GreenMe e che spiega finalmente la verità sulla carta da forno.

A parlare è Serena Pironi, tecnologa alimentare, che svela alcuni dettagli non solo sull’utilizzo, ma anche sulla normativa che regola la commercializzazione della carta forno.

Secondo Serena Pironi è importante:

1.Prestate attenzione all'etichetta. Nessuno si è mai accorto della dicitura sulla confezione che ricorda di "“non utilizzare la carta da forno a temperature superiori a 220 gradi”.

Studi in laboratorio hanno evidenziato come la carta da forno, superata la temperatura di 220° è soggetta a variazioni chimiche, si sgretola e quindi potrebbe rilasciare sostanze potenzialmente tossiche.

2. Cosa cambia nel microonde? Discorso diverso va fatto per la carta da forno utilizzata nel microonde. Qui la temperatura massima alla quale è possibile sottoporre la carta è di 150°. 

COME MAI LA CARTA DA FORNO NON BRUCIA? 

Parliamo adesso dei materiali con i quali la carta da forno è costruita. Nonostante sulla confezione non vengono riportati i materiali con cui la carta viene prodotta, possiamo stare tranquilli, perché il prodotto supera ogni anno i severi controlli sulla qualità imposti dalla Comunità Europea. 

Quindi sappiamo che la carta da forno è prodotta in ambienti disinfettati e con materiali a norma. Sta infine a noi, farne buon uso, leggendo sempre le etichette.