CATANIA – Un delfino è tornato nelle acque del golfo di Catania dopo 20 anni. Lo ha riconosciuto la biologa marina Clara Monaco, che aveva studiato per lungo tempo proprio quel cetaceo ai tempi dell'università. La scoperta è stata fatta nel corso di un'uscita con alcuni turisti con il team di MareCamp, associazione che si occupa di attività sportive e marinaresche nel golfo di Catania, per il 'Dolphin Watching'.

La pinna del delfino, un esemplare femmina ribattezzata Sandy, era uno dei cetacei la cui pinna era fotoidentificata. Le pinne dei delfini sono come impronte digitali: esaminandone il profilo e la presenza di tacche, cicatrici e depigmentazioni, è possibile identificare i singoli individui. Così è stata riconosciuta Sandy, animale di 4 metri della specie Tursiope che non era stato più avvistato da circa vent'anni.

"È una grandissima soddisfazione per il team di Marecamp, che da anni ormai attraverso percorsi sportivi e di educazione ambientale per le giovani generazioni, mira allo sviluppo di una coscienza collettiva basata sul rispetto del mare. Ci riempie d'orgoglio pensare che, anche se in minima parte, contribuiamo affinché le condizioni del nostro mare migliorino, permettendo così a molte specie di fare ritorno nelle nostre acque", dice al "Giornale di Sicilia" Dario Garofalo, che con la sua associazione ha avviato il progetto 'Dolphin Watching & Conservation in the Gulf of Catania'.