Proseguono i controlli nell'ambito dell'operazione 'Giochi sicuri' della Polizia Municipale di Catania: da alcuni mesi gli agenti stanno passando al setaccio la merce in vendita dei rivenditori all'ingrosso di giocattoli e articoli per il tempo libero, in prevalenza gestiti da commercianti cinesi. Negli ultimi quattro giorni sono stati controllati tre negozi all'ingrosso di giocattoli, abbigliamento e articoli vari, che si trovano nelle zone di via Archimede e via Giordano Bruno, ed è stato scoperto che tutti e tre gli esercizi commerciali vendevano un'ingente quantità di merce potenzialmente pericolosa per la salute dei consumatori.

 La merce in questione era priva del marchio CE che garantisce genuinità dei materiali e dei coloranti utilizzati per realizzare giocattoli, monili e articoli per la casa. I tre negozi sono gestiti da cittadini della Repubblica Popolare Cinese. In totale sono stati sequestrati circa 10.000 articoli tra aquiloni in plastica, palline e palloni colorati, peluche, portachiavi a led e bastoni luminosi, braccialetti, cerchietti per capelli, calamite, piantine magiche, infradito e merce varia. Ai gestori (uno dei quali risultato privo di SCIA, cioè Segnalazione Certificata Inizio Attività) sono stati contestati verbali amministrativi per oltre 12.000 euro.