CATANIA – Agenti della Squadra Mobile e della Divisione di Polizia Anticrimine, su proposta del Questore di Catania, hanno dato esecuzione a un decreto di sequestro preventivo, emesso dal Tribunale nei confronti di Roberto Vacante, 53 anni, esponente di rango apicale di Cosa nostra catanese, nipote del noto boss Benedetto Santapaola, "mente imprenditoriale" e riciclatore del denaro illecitamente acquisito dalla famiglia.

Come riporta "LiveSicilia", la misura è il frutto di un articolato lavoro investigativo condotto da un pool di investigatori della Questura di Catania che ha individuato numerose società e aziende nonché beni immobili e mobili registrati riconducibili alla famiglia Santapaola – Ercolano, ma intestati a meri prestanome con benefici economici allo stesso Vacante. 

In esecuzione del provvedimento, che comprendeva anche un vasto parcheggio della zona aeroportuale di Fontanarossa, sono state sequestrate numerose aziende che gestiscono parcheggi, impianti sportivi, ristoranti, stabilimenti balneari, società nel settore edilizio e bei immobili ricadenti nel centro cittadino, per un valore complessivo di oltre 15 milioni di euro.

Roberto Vacante era stato arrestato a gennaio nel corso di un’operazione antimafia condotta dalla Squadra Mobile nei confronti di numerosi esponenti dell’organizzazione Santapaola – Ercolano.