CATANIA – Prima le botte, che hanno costretto la vittima a ricorrere alle cure dei medici, poi la goccia che ha fatto traboccare il vaso: "Appena trovo una pistola vi sparo in testa". L'epilogo di un anno di odio tra vicini è l'arresto di un 45enne catanese, che dopo normali dissidi di condominio aveva reso la vita impossibile, tra minacce e aggressioni, ai suoi vicini di casa.

Quella minaccia chiarissima ha dato il la alla denuncia ai carabinieri. A quel punto i militari hanno intercettato l’uomo vicino casa e durante la perquisizione hanno scoperto un bigliettino che riportava testualmente: "pistola euro 100 + modifica euro 1.600 e 150 colpi". Effettivamente nell’abitazione del 45enne è stato trovata e sequestrata una pistola marca Bruni cal.8 munita di 50 cartucce a salve.