In Camerun una donna ha chiesto il divorzio per le "pratiche masturbatorie" del marito che l'avrebbe privato del sesso per mesi. Il matrimonio era stato celebrato nel 2008, ma ben presto si è arrivati alla crisi. "All'inizio del nostro matrimonio tutto andava bene. Anche se abbiamo avuto qualche difficoltà, non è stato un problema per me. Ma col passare dei giorni, mio ​​marito ha iniziato a cambiare e le cose sono peggiorate. A 39 anni non conosco altro uomo che lui. Gli ho dato la mia verginità dopo il nostro matrimonio. Ma poco dopo che l'ho sposato, ha smesso di mostrarmi affetto", ha scritto la donna nella denuncia.

Poi, durante l'udienza, la donna ha aggiunto in lacrime: "Preferisce masturbarsi invece di adempiere al suo dovere coniugale. Non posso continuare a rimanere in questo matrimonio dove sono permanentemente umiliata e disonorata".

Interrogato dal magistrato sulle ragioni del suo comportamento, il marito ha affermato di dubitare della fedeltà di sua moglie e ha giustificato la propria mancanza di desiderio rivelando di soffrire di diabete. L’uomo non ha risposto però alla domanda del giudice sulla natura delle sue pratiche di masturbazione. L’udienza è stata aggiornata al 22 maggio.