Cinque anni fa le è stato diagnosticato un cancro al cervello e la maratoneta britannica di 50 anni Jules Rose non ha esitato a sottoporsi a un intervento chirurgico per rimuoverlo. Il chirurgo che l'aveva in cura, però, ha fatto un errore madornale.

Lo specialista non aveva trovato alcun tumore e sotto i ferri ha rimosso la ghiandola lacrimale: il medico è stato sospeso nel 2014, ma già da prima era stato denunciato per inadempienze. Una volta in sala operatorio il chirurgo ha sbagliato e ha cercato di porre rimedio, nascondendo la verità. 

Da quel giorno, la donna ha gli occhi sempre asciutti, è incapace di piangere e non può indossare lenti a contatto, nonostante i problemi alla vista. «Quest'uomo – continua – era costretto a lavorare sotto la supervisione di qualcuno nel momento in cui mi ha operato, a causa di precedenti lamentele, ma ha agito ugualmente senza nessuno. Sento di essere una persona fortunata, che poteva andarmi peggio, ma sono molto arrabbiata».