Dal 1934, da quando era soltanto un piccolo laboratorio artigianale, aveva prodotto le scarpine che sono finite ai piedi di tutti. Ora la Balducci, storica azienda toscana, ha deciso di fermare le macchine e chiudere tutto, mettendo in mobilità collettiva più di 40 persone.

Come ricorda Repubblica, il marchio tutto italiano fino a qualche anno fa dava lavoro a 80 persone. Ma, come spesso accade in questi anni, l'azienda non è riuscita a superare la crisi in cui è piombata da metà del 2015. E il passo dopo la crisi, manco a dirlo, è la chiusura.

"Dopo numerosi tentativi di rifinanziamento" la famiglia Balducci ha gettato la spugna per le difficoltà economiche. L'azienda nata a Monsummano, che nel 2013 era stata definita dal governatore toscano enrico Rossi una delle più rappresentative per il territorio, ora sarà un edificio vuoto. E addio celeberrime scarpette per bambini.