Ciccio Sultano ristoratore dell’anno. Il riconoscimento arriva dalla Guida I Ristoranti d’Italia 2020 del Gambero Rosso e si somma alle Tre Forchette, riconfermate, e al punteggio di 92, ritoccato verso l’alto, ottenuto dal Ristorante Duomo di Ragusa.

Oltre al ristorante Duomo, Sultano ha aperto anche I Banchi, Cantieri Sultano e Pastamara, bar con cucina a Vienna. Proprio Pastamara è fresco di successo per la conquista di altre 3 Forchette nella Top Italian Restaurants Special Awards 2020 ed è stato definito come un “palco reale”, vero e proprio teatro per una cucina “…condita di tempo e di storia: riassunto edibile della storia della Sicilia e delle sue dominazioni. Tra le più buone assaggiabili oggi”.

Così si descrive Ciccio Sultano: «Io sono un cuoco, uno che trasforma i prodotti in cibo, che utilizza tutti i cinque sensi con una propensione per il gusto e il tatto. Assaggiando
e toccando, conosci ed elabori la prima impressione. Poi, entra in gioco anche la mente, ma innanzitutto c’è un contatto diretto. Una fisicità».

La cucina di Ciccio Sultano è sempre in movimento tra la terra e il mare, tra i ricordi di casa e i viaggi, tra cultura alta e cultura di strada, tra un passato monumentale e un presente da conquistarsi, tra sentire e ragionare, ma sempre usando un tocco delicato. «Per me, all’inizio di tutto, ci sono tre elementi: l’olio, il grano e il sale. Senza di loro non sarei siciliano e non sarei cuoco. Sono loro a dare spessore e senso al logo che mi rappresenta».

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati