Cattura        Diamo a Cesare quello che è di Cesare; e sebbene nessuno l’abbia mai negato, diamo la giusta informazione a quanti, magari perché non appassionati, pensano che il giro ciclistico d’Italia sia la corsa a tappe più antica. Non è così; infatti, due anni prima che iniziasse il Giro d’Italia e precisamente nel 1907, in Sicilia per merito del grande Vincenzo Florio aveva già preso il via quella che sin da subito era stata considerata tra le corse a tappe più importanti e di sicuro successo. Purtroppo come spesso accade a noi siciliani non fa certo difetto lo spirito d’iniziativa, ma la costanza si; infatti il giro d’Italia pur essendo partito in ritardo continua  ancora a “pedalare” mentre il giro di Sicilia purtroppo si è fermato per strada. La prima edizione della corsa siciliana si disputò come detto nel 1907 e precisamente dal 2 al 13 di ottobre e fu vinta da Carlo Galletti; secondo Luigi Ganna e terzo Umberto Zoffoli. La gara era in otto tappe per un totale di 1300 chilometri e si racconta che Florio per l’occasione mise addirittura a disposizione una nave che partendo dal porto di Genova consentì a tutti gli atleti partecipanti di poter giungere a Palermo. Quando si dice le cose fatte per bene! La gara dopo alterne vicende si interruppe nel 1960; se ne disputò una ulteriore edizione nel 1977 ma fu l’ultima e venne vinta da Giuseppe Saronni.