Quest'estate rischia di diventare una vera e propria odissea lo spostamento via mare verso Ustica, Lampedusa, Linosa e Pantelleria. L'allarme denunciato dal deputato regionale Mimmo Fazio, per il momento, non ha smosso più di tanto le acque. I collegamenti con le isole minori sono un punto interrogativo, caos e dubbi la fanno da padroni. A Ustica un gruppo di abitanti ha occupato pacificamente il municipio per protestare contro la precarietà dei collegamenti marittimi.

Ma non è tutto, perché altre persone promettono di occupare la nave della Compagnia delle Isole al suo arrivo al porto di Palermo. Già scattata la denuncia ai carabinieri nei confronti dei responsabili istituzionali – Stato e Regione Siciliana – per le deficienze dei collegamenti veloci.

Lampedusa e Linosa, poi, sono al centro dello scandalo. Il sindaco Giusi Nicolini è rimasta bloccata. Sessanta ragazzi, di ritorno da una trasferta calcistica, si trovano a Porto Empedolce in attesa di rientrare a casa, mentre gli insegnanti in viaggio per gli impegni delle commissioni d'esame per la maturità non se la passano meglio. I collegamenti con le isole minori, insomma, sono nel caos. E nelle prossime settimane sarà a regime il viavai di turisti stranieri