Alla fine, la sua voglia di vivere ha avuto la meglio. Laura Croix, 31 anni, era al Bataclan di Parigi nella drammatica serata del 13 novembre, quando un attacco terroristico ha provocato 89 vittime nel locale in cui era in corso un concerto degli Eagles of Death Metal.

Laura è stata colpita da 6 proiettili, al petto e all'addome ma, adesso, è fuori pericolo. Come racconta il Daily Mail, ha subito 10 operazioni chirurgiche e dopo due settimane di coma si è risvegliata ed è tornata a parlare. Il periodo di riabilitazione sarà lungo e complesso, ma si è accesa una grande speranza.

La giovane donna è la cantante di una band e, proprio sulla pagina Facebook del gruppo, si legge:

Ciao a tutti, Laura è ancora in terapia intensiva, ma ha iniziato a parlare. È stanca e ha bisogno di molto riposo. Siete stati numerosi a chiederci come aiutarla. Al di là delle spese che sosterrà lo Stato, ci saranno da pagare protesi e trattamenti vari. Quando sapremo come utilizzare i fondi, avvieremo una raccolta sulla pagina del gruppo. Grazie ancora per il vostro sostegno.