01Il giorno della vigilia dell'Ascensione, a mezzanotte, dovete andare a grattare un pezzetto della facciata di palazzo Miccichè, a Palma di Montechiaro, per sette anni consecutivi e incapucciati, recitando: "Miccichè, Miccichè, tu riccu e jù m'dè!" (anch'io ricco come te).
 
Il ponte di Capodarso, nei pressi di Caltanissetta, fu a lungo considerato una delle meraviglie dell'isola. Si dice che, una notte l'anno, i diavoli vi tengono una fiera incantata; chi ha la fortuna di potervi partecipare, vi potrà comprare soltanto un frutto, che si trasformerà in oro la mattina seguente
 
 
Nel bellissimo palazzo della Zisa, a Palermo, c'è un grande tesoro nascosto, in monete d'oro. I custodi pare siano dei diavoli, che impediscono ai Cristiani di venirne in possesso. La leggenda dice che chi va a guardarli il 25 marzo, giorno dell'Annunziata, e li fissa a lungo vede che questi diavoli si muovono la coda, storcono la bocca; e nessuno è capace di contare il loro esatto numero. Colui che scoprirà l'esatto numero troverà il tesoro.
 
 
Nella grotta di Monte Scuderi c'è un tesoro formato da tre mucchi di monete: un mucchio d'oro, uno d'argento e l'altro di rame. C'è anche una chioccia con 21 pulcini che non si fanno prendere mai. Per poter recuperare il tesoro le condizioni devono essere le seguenti: 1.Nel gruppo ci devono essereun prete ed una giovane casta e pura (secondo me è più difficile trovare la giovane che il tesoro!!!!) 2. Nella stessa notte si deve filare, torcere e biancheggiare un filo per poi tessere la tela per ricavarne un tovagliolo; devono pescarsi dei pesci nel mare di Alì, salire sul monte velocemente perchè i pesci siano ancora vivi, cuocerli e mangiarli sul tovagliolo precedentemente tessuto (penso che l'impresa sia comunque meno ardua del trovare la giovinetta casta e pura). 3. Entrare nella grotta da un particolare punto. 4. In fondo alla grotta si trova un grosso serpente che si attorciglia ai ricercatori del tesoro, li inizia a leccare ovunque e non si deve provare nè disgusto, nè paura o invocare santi perchè sennò tutto sarà vano. Forse è meglio fare una rapina in banca, è più facile!
 
Una leggenda dice che quando il giorno dedicato a Sant'Agata cade di lunedì, durante la notte viene organizzata una grande fiera (ovviamente di fantasmi). Coloro che, inconsapevoli di questa leggenda, per caso si ritrovavano a gustare i prodotti che vengono venduti, il giorno successivo ciò che è stato mangiato viene trasformato in oro. Che peccato, adesso conoscete la storia e non potrete mai diventare ricchi a Catania!!!
 
Alessandra Cancarrè
http://dovevisseroglidei.blogspot.it